PlayStation 5: svelata la nuova console di gioco Sony

PlayStation 5: svelata la nuova console di gioco Sony

PlayStation 5: svelata la nuova console di gioco Sony

Ieri sera alle 22 (ora italiana) è stata svelata la nuova console di gioco di casa Sony: la PlayStation 5.

L’evento è stato trasmesso su Twitch, la nota piattaforma di Amazon Prime dedicata al gioco, in contemporanea sulla PlayStation 4 e YouTube.  Durante lo streaming dell’evento, il colosso giapponese ha presentato i giochi della nuova next-gen.

Le esclusive

Per quanto riguarda le esclusive di casa Sony ci sono da sottolineare alcuni giochi: “Marvel’s Spider-Man Miles Morales” di Insomniac Games in collaborazione con la Marvel, sempre la stessa casa video-ludica ha ha presentato la nuova avventura di “Ratchet & Clank: Rift Apart”, il secondo capitolo della ben riuscita serie videoludica.

Da Guerrilla Games è stato presentato l’attesissimo secondo capitolo di Horizon Zero Dawn:  “Horizon Forbidden West”. Aloy sarà protagonista di nuove avventure e combattimenti contro nuove e terribili macchine che faranno da contorno a scenari da togliere il fiato.

Tra le esclusive ci sono anche il nuovo Gran Turismo 7 (Bluepoint Games/Japan Studio), Destruction All Stars (Lucid Games/XDEV), Returnal (Housemarque/XDEV) e Sackboy A Big Adventure (Sumo Digital/XDEV). Tra i vari titoli c’è anche il nuovo capitolo di casa Capcom: Resident Evil: The Village.

Verso la fine dell’evento è stata presentata la console e i relativi dispositivi come il VR, il telecomando, le varie basi per ricaricare i controller e per tenere in verticale la console.

La console è molto bella con delle forme futuristiche, i colori sono bianco e blu come i controller presentati tempo fa. Ci saranno due versioni: una con il lettore ottico e l’altra solo digitale.

I prezzi ancora non sono noti ma sta di fatto che tutti gli appassionati della console si sono innamorati di questo capolavoro di casa Sony. Ovviamente non ci sarà solo la versione bianca e nera presentata ieri ma anche la “total black”.

Andrea Vitiello