Lo dicono i numeri: male il Napoli senza un regista

Postato da Redazione il 25/11/2019 alle 11:11 - Articolo letto

66

volte.

Sono numeri da nausea quelli del Napoli in mancanza di un vertice basso a centrocampo, e lo conferma l’analisi che seguirà.

Il 23 maggio 2018 il Napoli ufficializza l’acquisto di Carlo Ancelotti che sostituisce Maurizio Sarri. La stagione di Serie A ha inizio il 18 agosto dello stesso anno. Il mister utilizza il modulo del 4-3-3, con Hamsik in regia. La brillante idea di schierare il cecoslovacco come metronomo di centrocampo dà ragione ad Ancelotti ed i risultati si vedono. L’ex capitano del Napoli ha la giusta intelligenza ed i piedi educati per poter gestire l’intero reparto.

Il Napoli guadagna ben 47 punti in 20 gare di campionato. Con una media di 2,35 punti a partita, gli uomini di Carlo Ancelotti sembrano proseguire sulla giusta strada. Hamsik è il perfetto sostituito di Jorginho. A mali estremi c’è Diawara. Con il vertice basso a centrocampo, gli azzurri giocano 22 partite e ne vincono 17, perdendo solo contro Sampdoria e Juventus.

Il dramma di Gennaio

Il 14 febbraio, nel giorno della festa degli innamorati, Marek Hamsik lascia definitivamente Napoli e spezza il cuore a milioni di tifosi azzurri. L’ex capitano del Napoli, da quando è iniziata la trattativa con il Dalian Yifang a quando si è conclusa, ha giocato solamente una partita su 4: inutile dire che quel match è stato l’unico che ha visto gli azzurri uscire vincenti, pareggiando invece con Milan, Fiorentina e Torino, tutte conclusesi sullo 0-0.

Dalla 21esima gara alla 38esima del campionato di Serie A 2018/2019 (escludendo l’unica citata prima), il Napoli gioca senza regista. Con Diawara infortunato, la squadra di De Laurentiis gioca 16 partite e ne vince solamente 8.

Il mercato estivo 2019/20

Hamsik va in Cina, Diawara è venduto alla Roma ed il Napoli sembra non aver bisogno del regista. La squadra è costruita per giocare col 4-2-3-1 ma ai piedi del Vesuvio non arriva quel jolly sulla trequarti, quel James Rodriguez che tanto avrebbe fatto comodo alla struttura della squadra.

Ancelotti utilizza il 4-4-2, manca il regista e i partenopei, ad oggi, sono settimi a -15 dalla capolista. In 13 partite ufficiali del campionato di Serie A 2019/20, il Napoli vince solo 5 gare su 13.

Il risultato? Senza metronomo di centrocampo, Ancelotti vince solamente 16 gare su 29: una media di 1,81 punti a partita.

Cosa si può recriminare? È possibile che l’allenatore non sia stato capace di leggere il cattivo andamento dopo l’addio di Hamsik, e quindi del regista di centrocampo? Il Napoli necessita di un rincalzo in quel ruolo, subito. Il Napoli ha bisogno di tornare a giocare coi 3 di centrocampo e col vertice basso, così da salvare il salvabile prima che sia troppo tardi. Questa operazione dev’essere fatta all’istante, e già nel primo gennaio 2020 De Laurentiis deve avere la soluzione in rosa!

Salvatore Esposito

Parliamone

Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI