È un errore cedere Ounas?

Il Napoli, per concludere le proprie trattative in entrata, deve vendere diversi calciatori. Nell’attesa che si ufficializzi Allan all’Everton, De Laurentiis attende offerte adeguate per Koulibaly e Milik. In uscita anche altri. Tra questi, Adam Ounas.

Il franco-algerino era ben visto da Carlo Ancelotti. Col tecnico emiliano, infatti, l’ala del Napoli totalizzò 531 minuti, siglando 3 reti. Invece Sarri, l’anno prima, lo lasciò ai margini della squadra.

Adam Ounas ha mostrato rapidità ed agilità nel dribbling. In maglia azzurra, oggi come da qualche anno, manca chi salta l’uomo. Solo Mertens ha queste qualità, visibili quando si sposta sulla fascia sinistra. Eppure, la caratteristica del franco-algerino è proprio questa, e in un Napoli offensivo, improntato sul 4-2-3-1, potrebbe essere più che comodo.

In squadra non c’è spazio, e così come Younes, Ounas è pedina di scambio. La sua acerbità ha condizionato il parere di tifosi, allenatore e presidente. È un errore non credere in Ounas? Forse sì. Su di lui ci sono Genoa e Benevento. Il cartellino attuale è di 10 milioni, ma sappiamo che può valore molto di più.

Salvatore Esposito