Napoli Film Fest: ciak si gira

Si inaugura oggi la XIII edizione del Film Festival partenopeo, kermesse cinematografica dedicata alle grandi stelle del cinema italiano ed internazionale organizzata dall’associazione Napolicinema con la Soprintendenza Speciale per il PSAE e per il Polo Museale della città di Napoli.
Dal 13 al 18 ottobre presso la splendida location di Castel Sant’Elmo. Corti, documentari, lungometraggi in concorso, maestri d’eccezione da Nichetti e a Lino Banfi. La prima giornata del Napoli Film Festival apre con la lezione di cinema del regista milanese che, a partire dalle ore 10, proporrà agli studenti di cinema del Suor Orsola Benincasa la proiezione del suo Ladri di Saponette, seguita poi dalla discussione in sala con gli studenti.  Si prosegue poi con il primo concorso Schermo Napoli, 7 i cortometraggi in gara. Un quarto alle sei di Giovanni Mazzitelli, Bastard serial killer! Kill! Kill! di Antonio Zannone, 48 – Il morto che parla di Giuliano Faggi, Roberto Ostuni e Giuseppe Tuccillo, Rimbò di Andrea Canova, La frontiera di Roberto Bontà Polito, Senza ‘na lira di Oriana D’Urso e La colpa di Francesco Prisco. Quattro, invece, i documentati: Il giardino degli altri di Michele Imperio, Giustizia fu fatta di Michele Creta, Gli occhi più azzurri di Simona Cappiello e Manolo Turri dall’Orto e Una storia invisibile di Antonio Longo.  Nei giorni a seguire si prosegue con una retrospettiva dedicata a Tarkovskij con Gli uccisori, Non cadranno foglie stasera e 20′ estratti da Sergej Lazò di Aleksander Gordon con Andrej Tarkovskij.  Tutte le sere alle ore 21.00 appuntamento con gli Incontri ravvicinati, sei maestri d’eccezione Lino Banfi, Giorgio Faletti, Alessandro Siani, Paolo Sorrentino, Filippo Timi e Paolo Virzi’ a tu per tu con il pubblico in sala. Il primo appuntamento è dedicato a Lino Banfi: l’attore pugliese  ripercorrerà, con il giornalista Fabrizio Corallo, le tappe della sua carriera attraverso ricordi, emozioni e clip dei suoi film. Fiore all’occhiello  il concorso Europa Mediterraneo. Quest’anno propone sette film inediti in Italia ma di grande successo nei paesi di produzione e che promettono di essere una vetrina sul mondo cinematografico  per il pubblico napoletano: si comincia con la commedia israeliana A cinque ore da Parigi. In tutto saranno 103 i titoli proiettati nelle sei giornate del Napoli Film Festival, distribuiti tra il grande auditorium e le altre sale cinematografiche allestite nel Castello.