Assemblea Mezzogiorno. Verdi. Grazie alla Campania Sud di nuovo protagonista e capace di lanciare sfide nazionali. Dai pizzaioli apprezzamento a metà per le parole di Renzi‏

Postato da Redazione il 13/11/2016 alle 18:11 - Articolo letto 420 volte.

In questi due giorni, la nuova Campania, la Campania che ha deciso di cambiare rotta, ha confermato che si candida a essere anche portatrice di idee in cambio di far ripartire sul serio la nostra regione e tutto il Mezzogiorno”.

Lo ha detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, sottolineando “la proposta più interessante e dibattuta di questi due giorni: la riqualificazione e il rinnovamento della pubblica amministrazione”.

De Luca ha lanciato la proposta di assumere 200.000 persone, chiaramente una provocazione per quanto riguarda i numeri, mettendo sul tavolo della discussione un tema serio qual è quello del rinnovamento della pubblica amministrazione che si presenta vecchia e non al passo con i tempi per il blocco delle assunzioni che dura ormai da oltre dieci anni” ha aggiunto Borrelli sottolineando che “Renzi ha accolto l’appello del Presidente della Regione, garantendo un’ampia discussione e, soprattutto, la riapertura della stagione dei concorsi nella pubblica amministrazione”.

Ringraziamo Renzi per aver ricordato l’origine napoletana della pizza, ma ci teniamo a ricordare al Presidente, che ha ricordato la commercializzazione mondiale fatta lontano da Napoli, che non basta chiamarsi pizza per offrire quel prodotto che permette ai pizzaioli napoletani di continuare ad avere tanti estimatori” ha aggiunto Gino Sorbillo, erede di una storica famiglia di pizzaioli, sottolineando che “le parole di Renzi ci fanno pensare, però, che sarà al nostro fianco nella battaglia per la difesa della pizza intesa come quella che prepariamo a Napoli, nel pieno rispetto della tradizione”.

Noi Verdi chiediamo a Renzi di sostenere la battaglia per la promozione della pizza napoletana e continuare a sostenere il riconoscimento unesco per l’arte dei pizzaioli napoletani che il Governo ha candidato a patrimonio mondiale” ha concluso Borrelli.

Michele Bellame
NapoliNews24.net

Parliamone

Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI